Visite ed Escursioni alla Giara di Gesturi I Olianas

Giara di Gesturi ambiente palustre

Ambienti e natura

Escursione alla Giara di Gesturi: i cavallini e i nuraghi

La Giara di Gesturi: un'oasi di pace e biodiversità

Esiste un paradiso incontaminato a 30 minuti da Tenuta Olianas: la Giara di Gesturi, o come la chiamiamo noi “Sa Jara Manna”. Sia che siate alla ricerca di piacevoli escursioni o di trekking più impegnativi, vi consigliamo di andare alla scoperta di questo magico altopiano. Vi si pareranno di fronte scenari naturalistici unici ed un animale a dir poco affascinante: il cavallino della Giara.

Passeggiare tra i sentieri del Parco della Giara significa immergersi in un’oasi di pace e natura, avendo come compagni di viaggio straordinari colori e sensazioni senza tempo. Gli avvolgenti profumi dei fiori creano un’atmosfera magica intorno ai meravigliosi scenari della Giara. I panorami danno il meglio di sé al tramonto, quando il cinguettio degli uccelli va progressivamente scemando in concomitanza alla scomparsa degli ultimi raggi di sole, ed il mondo sembra fermarsi in un rilassato e quieto silenzio, regalando emozioni uniche.

I cavallini della Giara: un meraviglioso ‘relitto’

La Giara è un altipiano famoso per essere la dimora dei rinomati Cavallini, conosciuti anche come “gli ultimi cavalli selvaggi d’Europa”. Questi esemplari sono gli unici superstiti della specie che ha vissuto in Sardegna fin dal medioevo. Da allora, vivono allo stato brado tra prati sconfinati e sugherete, foreste formate da alberi sempreverdi tipici della nostra isola.

I giarini sono animali molto particolari e riconoscibili, grazie alle loro piccole dimensioni. Hanno le cosce muscolose ed il caratteristico pelo lungo, una coda molto folta, una criniera ricca ed un lungo ciuffo che orna la loro fronte. Ma la loro vera peculiarità, ciò che li rende unici al mondo e per cui vengono considerati "relitto di altri tempi”, sono le tre dita dello zoccolo (invece delle solite due).

Giara di gesturi
Che cos'è il Parco della Giara?

La Giara di Gesturi è un luogo magico che attraversa le zone di Tuili, Gesturi, Setzu, Genoni. Qui la natura prospera indisturbata. Da noi chiamata anche “Isola nell’Isola”, quest’oasi di pace dona una placida casa alla vegetazione ed agli animali tipici della Sardegna, alcuni dei quali sono a rischio di estinzione.

Proprio grazie alle sue caratteristiche uniche, la Giara è un habitat fondamentale per lo sviluppo e la sopravvivenza della nostra flora e fauna, ed è quindi considerato una fonte di biodiversità importantissima a livello nazionale e non solo. Oltre agli unici cavallini, quest’oasi ospita anche altri 'relitti', come crostacei che si sono mantenuti immutati da 200 milioni di anni.

Come e quando vedere il cavallino della giara di Barumini

I cavallini della Giara sono golosi dei fiori acquatici che ricoprono quasi interamente i “Paulis”, caratteristici laghi di acqua piovana, e passano quindi gran parte delle loro giornate a rinfrescarsi ed abbeverarsi nella loro acqua. Questi specchi cristallini coperti dal manto bianco dei ranuncoli sono i più comuni luoghi di ritrovo dei cavallini. Ma questi cavalli selvatici corrono liberi per tutti i quarantacinque chilometri quadrati del parco, e non è quindi difficile incontrarli lungo i sentieri o intravederli tra i cespugli. 


Questa pianura suggestiva offre uno spettacolo straordinario in tutte le stagioni dell’anno: in primavera i vivaci puledri appena nati pascolano tranquilli nei prati fioriti e colorati. D’estate si rinfrescano nei laghi di acqua piovana costellati da bianchi ranuncoli acquatici, in autunno i Paulis si colorano di rosso. Infine in inverno il pelo lungo dei cavallini si sposa alla perfezione con il panorama dei monti innevati che fanno da cornice a questo luogo incantevole.

Giara di gesturi
Ecursioni in bici o a cavallo

Il Parco della Giara di Gesturi può essere visitato in tanti modi diversi: da una semplice passeggiata attraverso i sentieri battuti a trekking, fino a percorsi più impegnativi, passando per giri in bici e gite a cavallo.
I percorsi ciclabili sono quasi interamente sterrati, ma non fatevi scoraggiare dalla mancanza di asfalto: oltre a non deturpare il bellissimo paesaggio in cui vi immergerete, i sentieri sterrati sono  ben tenuti.

Facile e non faticoso, visitare il parco in bici è un’attività divertente ed adatta a tutti.
Indicata sia per adulti che per bambini anche la visita a cavallo di un’ora: un’esperienza unica per immergersi nella Sardegna più vera e selvaggia rappresentata da questo parco magico ed unico al mondo. Inclusa nel biglietto, la degustazione con tagliere di prodotti tipici, vino locale e l’emblematico mirto, che viene servito nell’area pic nic.

Si consiglia l’uso di calzature chiuse (sportive, non scivolose, da trekking, ecc), di indossare un cappello e munirsi di acqua e protezione solare.

I nuraghi all'interno del Parco della Giara

Le tipiche ed imponenti querce da sughero che crescono “storte” rendono il paesaggio molto pianeggiante e fanno spiccare a colpo d’occhio i resti archeologici che costellano la pianura della Giara. Sa Jara Manna è stata per millenni un’inespugnabile fortezza naturale e ad oggi custodisce con cura i resti millenari del nostro glorioso passato.
Durante le escursioni vedrete gli splendidi segni che l’uomo ha lasciato in questo angolo della nostra Sardegna.  Dalle testimonianze neolitiche-prenuragiche (come i Menhir e le Domus De Janas), alle Pinnettas degli anni ‘70, passando per i 32 siti nuragici, le tombe dei giganti e gli edifici punico-romani.


Proprio questa meravigliosa oasi naturale custodisce il ‘Padre di tutti i Nuraghi’: il protonuraghe Bruncu Madugui, scoperto dal celebre ‘Padre dell’Archeologia sarda’ Giovanni Liliu. Questo e tutti gli altri nuraghi dell’altopiano della Giara erano adibiti a punti di vedetta, e facevano capo al meraviglioso Su Nuraxi, nel comune di Barumini.


--> Scopri di più su Giovanni Liliu e le meraviglie di Su Nuraxi in questo approfondimento

Giara di Gesturi
Cosa fare nei dintorni del Parco della Giara: il delizioso borgo di Tuili

I dintorni della Giara di Gesturi sono la cornice perfetta per ammirare le bellezze della nostra terra e gustare i nostri prodotti locali.

Il borgo di Tuili, tra le colline della Marmilla, è una piccola cittadina caratteristica ai piedi del Parco della Giara. Il centro storico ben curato merita tamente una visita: saprà stupirvi grazie alle variegate attrazioni culturali ed archeologiche. Ospita per esempio diverse residenze di famiglie nobili, che sono poi state adibite a Polo Museale. Se foste affascinati da queste dimore e voleste vederne altre, non potete perdervi quella nel comune di Barumini, a meno di 10 minuti di distanza in macchina.

--> Scopri di più su Casa Zapata in questo approfondimento

Altre tappe da non perdere nei dintorni sono il parco Sardegna in Miniatura, per una passeggiata tra nuraghi e dinosauri, ed il Santuario Nuragico di Santa Vittoria.

Le immagini nella pagina sono presenti per gentile concessione di Daniela Podda.

arrow_dxarrow_simple_dxarrow_simple_sxcheckcheckbox-offcheckbox-onclosefacebookglassgpsinstagrammap-markerminuspauseplayplusscrollstar